La ricetta dei carciofi fritti in pastella

Quelli che…la pastella avanzata non si butta, ma si frigge da sola ed è pure più buona!

Sui fritti ho sempre molti timori e dubbi, parto entusiasta poi mi preoccupo strada facendo della riuscita della frittura. Quale olio uso? La temperatura sarà giusta? E si scuriscono fuori e restano crudi all’interno? Diciamo che è un po’ una questione di esperienza e di tentativi! Nel caso dei carciofi fritti in pastella, ho avuto modo di trovare la pastella giusta, fluida ma non acquosa, leggera e gustosa, perfetta per i carciofi ma anche per altri tipi di verdure. Se non avete termometri alimentari in casa, vi consiglio di immergere nell’olio caldo uno stuzzicadenti o una goccia di pastella per vedere se si formano delle bollicine tutt’intorno ad indicare che l’olio è pronto. Il segreto, almeno per quanto riguarda i carciofi, sta nella doppia cottura: lessateli prima in acqua bollente, così in frittura non rischierete di lasciarli crudi 😉

GLI INGREDIENTI PER 4 PERSONE

  • 200 g di farina tipo 0
  • 2 uova medie
  • 2 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • prezzemolo tritato q.b.
  • sale e pepe q.b.
  • acqua fredda q.b.

COME SI FA

Pulite i carciofi come descritto nella mia guida. Tagliateli in 4 e sbollentateli in acqua salata per circa 15 minuti. Scolateli e lasciateli raffreddare. Tamponateli con carta da cucina. Preparate la pastella: amalgamate in una ciotola le farine, sale, formaggio, prezzemolo tritato, pepe e uova. Aggiungete l’acqua fino a formare una consistenza fluida ma non acquosa (dovrà restare attaccata al carciofo). Tuffate pochi carciofi per volta nella pastella, prelevateli con una forchetta per eliminare quella in eccesso, quindi friggeteli in abbondante olio caldo. Quando saranno gonfi e dorati, scolateli su carta assorbente e servite.

View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Scroll To Top