Torta alle fragole e crema chantilly
La polenta dolce fritta
Tortini di agretti e robiola
Pigna di Pasqua
Mondeghili
La chiffon cake al limone
Donuts, le ciambelle americane

La ricetta del banana bread, finalmente!

Banana bread

In tutti questi anni ho provato e riprovato diverse ricette alla ricerca del banana bread perfetto, e tutte le volte rimanevo delusa. Troppo gommoso o troppo dolce, troppo asciutto o troppo “bananoso”. Insomma, risultati lontani anni luce da quel dolce rustico e profumato che tutti mi descrivevano. L’altro giorno avevo troppe banane mature in attesa di essere consumate e ho voluto riprovarci. Mi è piaciuto davvero! Ho aggiustato un pochino la ricetta di Laurel Evans adattandola alle cose che avevo in casa e così è venuto fuori un pane alle banane super, profumato, morbido e rustico come il plumcake di carote. Se non avete la robiola potete usare 80 grammi di yogurt, togliere cioccolato e noci se non li preferite e aggiungere anche la noce moscata fra le spezie.

GLI INGREDIENTI

  • 250 g di farina tipo 0
  • 130 g di zucchero
  • 300 g di polpa di banane molto mature
  • 100 g di robiola
  • 2 uova medie
  • 90 g di burro fuso
  • un pizzico di sale
  • un cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • mezzo cucchiaino di cannella in polvere
  • 100 g fra noci e cioccolato tritati (facoltativo ma fortemente consigliato!)

COME SI FA

Si impasta pochissimo, un po’ come per i muffin, quindi: da una parte tutti gli ingredienti secchi, dall’altra i liquidi. In una ciotola capiente setacciate la farina insieme al bicarbonato e alla cannella, miscelate con zucchero e sale. In un’altra terrina schiacciate bene le banane con una forchetta fino a ottenere una purea, quindi unite le uova, la robiola, il burro fuso ormai tiepido. Unite i due composti, aggiungete anche noci e cioccolato cercando di mescolare il meno possibile, giusto il tempo di amalgamare tutto. Versate l’impasto del banana bread in uno stampo per plumcake imburrato e infarinato, quindi cuocete a 200 gradi per circa 50 minuti. Sfornatelo e fatelo intiepidire prima di tagliarlo a fette.

View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Scroll To Top