Le brioche alla crema, soffici
Lo strudel di mele classico
I calamari ripieni al sugo
Il panettone di Natale salato
Gli spaghetti alle vongole, un classico
Il ragù rosso di coniglio
Il riso alla siciliana

La ricetta del challah, il pane ebraico

Challah

La challah è un pane semi dolce, dal sapore piuttosto neutro, di origine ebraica. Si accompagna benissimo sia ai sapori dolci che a quelli salati. La challah si prepara in occasione di diverse cerimonie e dello Shabbat, ovvero il venerdì ebraico. Ero alla ricerca di un pane più compatto e consistente di un pan brioche classico, con una buona crosta e adatto anche alla preparazione di panini e sandwich. La challah è senza zucchero ma con il miele, senza burro ma con l’olio di semi, non si sbriciola, le fette sono morbide ma consistenti. La colazione e la merenda sono salve per qualche giorno! Ho seguito la ricetta di Martina, apportando qualche piccolissima modifica, che vi dà anche qualche cenno sulle origini e sulla storia di questo pane eccezionale. Se adorate i pan brioche non potete non provare anche questo!

GLI INGREDIENTI

  • 560 g di farina 0
  • 6 g di lievito di birra fresco
  • 170 g di acqua
  • 70 g di olio di girasole
  • 70 g di miele di acacia
  • 2 uova e un tuorlo
  • 10 g di sale
  • Per spennellare: un uovo e un goccio di latte, semi di sesamo q.b.

COME SI FA

Miscelate da parte gli ingredienti liquidi con una frusta a mano, quindi: acqua, olio, miele, uova. Versate nella planetaria o in una ciotola la farina con il lievito sbriciolato, iniziate a impastare aggiungendo quasi tutti i liquidi. Quando l’impasto prende consistenza unite il sale, continuate a impastare unendo il resto dei liquidi e controllando la consistenza che dovrà essere morbida ma non liquida. Portate a incordatura l’impasto aumentando la velocità e utilizzando il gancio.

L’impasto sarà pronto quando si staccherà dalle pareti, si aggrapperà per intero al gancio e sarà liscio, elastico e lucido. Potrebbero servire anche più di 15 minuti. Ogni tanto ribaltate l’impasto, fatelo riposare qualche istante cercando di non surriscaldarlo troppo. Formate una palla e ponete a lievitare in una ciotola leggermente unta fino al raddoppio di volume, coprendo con pellicola. Serviranno 3-4 ore.

Dividete l’impasto in 3 salsicciotti, incrociateli per formare una treccia e posizionatela su una leccarda rivestita di carta da forno. Coprite con un panno e fate lievitare nuovamente fino al raddoppio, circa 2 ore. Accendete il forno a 180 gradi statico, spennellate la challah con l’uovo e il latte, decorate con i semi di sesamo. Infornate e cuocete per circa 35-40 minuti. Sfornate e lasciate raffreddare.

View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Scroll To Top